Category Archives: Radiografie in Nero

Olonomico, il pifferaio alle porte dell’alba

L’alieno Totka_II è l’invincibile sovrano dell’Impero Connettivo, il suo potere tecnocratico si estende ai confini delle galassie. Totka_II è sostenuto da Sillax, un valido postumano che ha saputo accogliere in sé parte della conoscenza del sapiente sovrano. Totka_II ha mire espansionistiche ma, è consapevole, i suoi eserciti sono inadeguati allo scopo. Ai confini dell’Impero Connettivo vi sono forze molto potenti che sfuggono al controllo del Sovrano, ne minano l’esagerato individualismo. Queste forze attraggono Sillax che varca il confine dell’Impero Connettivo per il suo desiderio di Conoscenza. La presenza enigmatica di Lycia e Storm sulle rive di un fiume, un misterioso antagonista alle soglie del bosco, (the piper at the gates of dawn) l’avversario di TotKa_II, un conflitto alle porte dell’Impero Connettivo rappresentano parte dei temi del libro.…
[Leggi tutto …]

Posted in News Eventi e Concorsi, Radiografie in Nero | Tagged , | 1 Comment

Io non sono come voi, di Italo Bonera

«Noi non siamo così, (…) il fine della persecuzione è la persecuzione, il fine della tortura è la tortura, il fine del potere è il potere. Adesso cominci a capire?»
(1984, Gorge Orwell)

Mediocri.
Non hanno alcuna aspirazione che non sia il proprio piccolo interesse meschino, nelle grandi e nelle piccole cose della vita. L’assenza di etica è il paradigma della loro esistenza. E la cultura è uno sforzo inutile. “Etica” e “paradigma” sono per loro termini sconosciuti e privi d’interesse. A che servono se poi non si trasformano in denaro, sesso e potere? Arroganti con quelli che credono inferiori, servili con i potenti.
[Leggi tutto …]

Posted in Radiografie in Nero | Tagged , , | Leave a comment

Intervista a Dario Tonani: otto domande “infette”

Dopo aver opportunamente radiografato Craig Clevenger nel Knife5, (cosa gravissima per chi se la fosse persa, per rimediare trovate qui l’intervista, a pag. 5 ) continua il viaggio di Radiografie in nero nell’iperspazio degli autori neo-noir, fantascientifici, horror, weird.
Ed eccoci qui: in questa serata senza luna, assicurato alla sedia dell’inquisizione, c’è Dario Tonani. Questo per chiarire il fatto che l’autore si è sottoposto spontaneamente al raggio nero delle Radiografie.
Insomma, si dimenava giusto un poco, ha rantolato tutta la notte sotto l’effetto del pentothal e poi è fuggito a bordo del mio Lupetto. (A proposito Dario, se con il furgone hai finito, lo vorrei indietro).…
[Leggi tutto …]

Posted in Radiografie in Nero | Tagged , , | Leave a comment

Infrasound, di Daniela Barisone: delirio e infrasuoni a New Milan

Il Dominio si è espanso a Nord conquistando terre che non erano mai state italiane. Le cose a New Milan si sono messe male proprio adesso che la Polizia è diventata un organo di repressione della libertà e utilizza potenti ultrasuoni udibili anche dall’orecchio umano.
Una misteriosa bambina cieca, in una stanza bianca con il pavimento ricoperto di garofani, è il fulcro di un movimento di persone in grado di avvertire e comunicare con gli infrasuoni.

«Ultrasuoni e infrasuoni funzionano allo stesso modo, da un certo punto di vista. Solo a frequenze diverse»

Si dice in giro che gli infrasuoni siano in grado di provocare sentimenti di soggezione o paura nell’uomo, seppur non percepibili dall’orecchio umano, e siano causa di ansia, tristezza, brividi e impercettibili spostamenti d’aria.…
[Leggi tutto …]

Posted in Radiografie in Nero | Tagged , | Leave a comment

Deviare dal solco (Le Radici del Male, di Alda Teodorani)

«Caccio via le mosche e appoggio un ultimo,
lunghissimo bacio sulle labbra di Grazia.
Sono pronto a scendere giù, nel delirio».
(Alda Teodorani)

Il delirio, la sofferenza metabolica dello “spirito” emerge prepotente in queste pagine di pura e macabra poesia, il male radicale senza redenzione che scaturisce da un profondo universo di percezioni alterate. Siamo di fronte alla rappresentazione del male ontologico, ciò che non proviene da una volontà ma da un’inclinazione. L’etimologia del delirio, questo deviare dal solco della razionalità, trascina i protagonisti del libro e il lettore in un mondo alterato, dove la rappresentazione della violenza, lungi dall’essere il risultato finale, l’orrore, si configura come l’inizio, un viatico, attraverso il quale scendere nella grotta delle pulsioni.…
[Leggi tutto …]

Posted in Radiografie in Nero | Tagged , | Leave a comment

Gli Altri, il Sé e l’Assurdo (I vivi, i morti e gli altri – di Claudio Vergnani)

«Giovanni raddrizza un po’ il busto, si assesta con una mano il colletto dell’uniforme, dà ancora uno sguardo fuori dalla finestra, una brevissima occhiata, per l’ultima sua porzione di stelle. Poi, nel buio, benché nessuno lo veda, sorride».

(Il deserto dei tartari, 1940, Dino Buzzati)

«l’Assurdo, quel particolare stato d’animo in cui il vuoto diviene eloquente, in cui la catena dei gesti quotidiani viene interrotta e il cuore cerca invano l’anello che la ricongiunga, è allora come il primo segno dell’assurdo. E avviene così che la scena si sfasci. La levata, il tram, le quattro ore di ufficio o di officina, la colazione, il tram, le quattro ore di lavoro, la cena, il sonno e lo svolgersi del lunedì martedì mercoledì giovedì venerdì e sabato sullo stesso ritmo… questo cammino viene seguito senza difficoltà la maggior parte del tempo.
[Leggi tutto …]

Posted in Radiografie in Nero | Tagged , , , | Leave a comment

Livido, l’inizio dell’immortalità

«Reality means you live until you die,” the agent says.
“The real truth is nobody wants reality»

Survivor – Chuck Palahniuk

Dal picco di Colle Vasto si possono osservare cumuli di spazzatura, la palta, si può intravedere il giovane Peter Pains, un trashformer che si guadagna da vivere ritrovando oggetti di valore nel fiume di immondizia. L’affresco della megalopoli magistralmente descritto ritrae un mondo distopico tragicamente al limite della sopravvivenza ricordando a tratti le atmosfere di Anthony Burgess.
Peter è disabile, ma ha arti artificiali, la preziosa Tantalium, un arto Water Proof 4, ritrovato nella palta e, al posto del moncherino della gamba, la Podox, una protesi ottenuta grazie a un baratto con il vecchio Ion, una sorta di Scienziato ex-demiurgo ridotto quasi alla demenza, la cui mente è stata fatta oggetto di cancellazione selettiva dai maledetti della Reverse, la società che gestisce tutto il sistema di riciclaggio dell’immondizia.…
[Leggi tutto …]

Posted in Radiografie in Nero | Tagged , , | Leave a comment

Armageddon Rag, la dinamo stellare nel meccanismo della notte

“Ho visto le migliori menti della mia generazione distrutte dalla pazzia, affamate nude isteriche, trascinarsi per strade negre all’alba in cerca di droga rabbiosa, hipsters testadangelo bramare l’antico spaccio paradisiaco che connette alla dinamo stellare nel meccanismo della notte…”

Howl – Allen Ginsberg

Non avevamo ancora ben chiaro ciò a cui il futuro ci avrebbe destinato, passavamo il tempo ascoltando i Creedence di Proud Mary, David Crosby con i Birds, con Still e Nash, Grateful Dead, il vecchio Syd Barrett, i Traffic di Freedom raider, Clapton con i Cream, i Doors, i Jefferson (Airplane), gli assoli di Alvin Lee dei Ten Years After, ma ascoltavamo anche roba nuova, Audioslave, Temple of the Dog, Eddie Vedder di No Code.
[Leggi tutto …]

Posted in Radiografie in Nero | Tagged , | Leave a comment

Mondo 9, pneumosnodo dell’immaginario – l’autoamputazione del corpo

«In un’epoca in cui il futuro ci viene declinato per immagini – pensiamo a cinema, tv, pubblicità, videogame – interessa davvero poco che contestualmente gli scrittori di fantascienza ce lo raccontino a parole. Il progresso, poi, è troppo veloce perché possa diventare oggetto di speculazione credibile.»

(Dario Tonani in “Tre domande di Paul di Filippo a Dario Tonani”) in Delos Science Fiction N°149. 

E Mondo 9 è il racconto a parole del progresso, della rapida mutazione. Un racconto per immagini, di metallo e vapore, di sangue e oscurità. Distopia ai confini della realtà, al limite dell’umano, ci si trova immersi in una dimensione in cui le arterie mutano in tubature e la speranza vaporizzata in rassegnata consapevolezza.…
[Leggi tutto …]

Posted in Radiografie in Nero | Tagged , , | Leave a comment

La danza degli spettri quantistici / L’occhio delle stelle (Kipple Officina Libraria)

«Quando ci penso, osservo con ineffabile senso di libertà i comuni mortali che persistono schiavi dei loro errori mentali. I loro interi cervelli sono come montagne di formiche, ammassi semoventi in cui ogni minuscolo insetto è un pregiudizio, ogni link è un’idea distorta che perturba il flusso informativo fino a ridurlo a un balbettio incolore. Non possono arrivare a capire neanche volendolo con tutte le forze, perché sono mosche che cozzano contro un vetro fino a stordirsi e morire. Incapaci di veicolare un senso, i segreti dell’Essere e del Non-Essere rimarranno per sempre al di là della loro portata. Giudicano ogni cosa dalle apparenze materiche, dall’ingannevole compattezza dell’epifenomeno destinato a dissolversi a ogni transizione vibrazionale del Continuum.
[Leggi tutto …]

Posted in Radiografie in Nero | Tagged , | Leave a comment

Malatesta, indagini di uno sbirro anarchico (di Lorenzo Mazzoni)

Malatesta, indagini di uno sbirro anarchico
Lorenzo Mazzoni
Andrea Amaducci (illustrazioni)
Momentum Edizioni, 2011

Tre casi da risolvere, una periferia insolita, la periferia padana, una squadra di killer fredda un ragazzo di destra durante un incontro amoroso in auto. Così inizia  Malatesta, un hard boiled 100% italiano, un pulp al tortellino piccante, un nero ferrarese, le indagini di uno sbirro anarchico. Lorenzo Mazzoni dimostra una grandissima capacità nel ripercorrere le dinamiche del Pulp valorizzandole e contestualizzandole nella cultura e nel modo di vivere di una Ferrara che sembra quasi un poco incantata. E Ferrara con le sue biciclette e quell’atmosfera particolare, per me che sono nato a Copparo, c’è davvero nel libro di Mazzoni, abile raccontatore di storie e appassionato della Spal, squadra quasi sconosciuta per chi non è un esperto di calcio o non è del luogo.…
[Leggi tutto …]

Posted in Radiografie in Nero | Tagged , , | Leave a comment