Tag Archives: biancamaria massaro

Regalo di Natale, di Biancamaria Massaro

Occhiali spessi, acconciatura fuori moda e vestiti scialbi: Diana è la classica segretaria zitella, quella sempre presente, silenziosa ed efficiente, indispensabile per mandare avanti un ufficio, ma facilmente dimenticabile da colleghi e visitatori. È la prima ad arrivare e l’ultima a uscire, concedendosi solo una breve pausa per il pranzo. Quando non è al lavoro, passa la maggior parte del tempo a casa, senza nessuna compagnia. Per fortuna la nonna le ha insegnato a lavorare a maglia e a uncinetto, perfino a ricamare, perciò non si annoia mai. A Diana piace usare le mani, la rilassa. È diventata brava, non deve più seguire gli schemi tracciati da altri ed esegue solo capi di sua invenzione.…
[Leggi tutto ...]

Posted in Racconti | Tagged , , | Leave a comment

San Valentino insanguinato all’italiana

Stamattina abbiamo parlato di come in America la festa degli innamorati sia ricordata anche per la strage di gangster più famosa al mondo; molti però ignorano che in Italia possiamo vantare il triste primato di avere avuto anche noi una Strage di San Valentino.

Il 14 febbraio del 2000 è avvenuto infatti un sanguinoso regolamento di conti tra gli Strisciuglio e i Diomede, due famiglie che si contendono in Puglia il controllo del contrabbando di sigarette e del traffico di droga, armi ed esplosivi. Sul lungomare barese di San Girolamo furono dapprima uccisi Nicola Cassano e Vito Marzulli, mentre vennero solo feriti Francesco Abbrescia, Nicola Colangiuli e Tommaso Montaruli, tutti uomini della famiglia Strisciuglio.…
[Leggi tutto ...]

Posted in Speciale San Valentino in Nero, Tagli di nera | Tagged , | Leave a comment

San Valentino insanguinato: morti ammazzati nel giorno dedicato all’amore

A Chicago San Valentino viene ricordato per essere il giorno degli innamorati e quello di una delle stragi di mafia più famose della storia americana. Accadde tutto nel 1929, in pieno proibizionismo, quando i poliziotti si facevano corrompere facilmente per chiudere entrambi gli occhi di fronte alla produzione e alla vendita illegale di alcolici.

Il monopolio del contrabbando d’alcol, dello sfruttamento della prostituzione e delle bische clandestine era conteso tra gli irlandesi, capeggiati da Dion O’Banion, e gli italiani, fedeli ad Al Capone. Quando O’Banion fu assassinato con due colpi di pistola calibro 38 da tre killer che erano entrati nel negozio di fiori che gestiva come copertura delle sue losche attività, il suo braccio destro Bugs Moran non capì che doveva smantellare l’organizzazione di cui era appena diventato il nuovo capo e sparire per sempre.…
[Leggi tutto ...]

Posted in Speciale San Valentino in Nero, Tagli di nera | Tagged , , | Leave a comment

Stazzi e gli angeli della morte

In questi giorni, oltre che dalle non sempre fondamentali novità su Yara, Melania e Sarah, l’interesse dell’opinione pubblica è risvegliato da cold case celebri come quello di Simonetta Cesaroni (delitto di via Poma), discusse uscite di prigione come quella di Erika (strage di Novi Ligure) e il caso, se si dimostrassero vere le accuse su Stazzi, di un cosiddetto “angelo della morte”.

Parleremo di tutti i casi, iniziando però dall’ultimo, forse quello che ci “internazionalizza” di più, in quanto avviene in maniera simile a ogni latitudine ed è probabilmente più comune di quanto si creda, dato che la maggior parte delle volte non viene denunciato.…
[Leggi tutto ...]

Posted in Tagli di nera | Tagged , | Leave a comment

La violenza sulle donne: dire no è un diritto

Per una volta non tratteremo un caso di cronaca specifico, ma faremo un discorso più ampio.
Il 25 novembre è stata la giornata mondiale contro la violenza sulle donne, mentre il giorno dopo ricorreva il primo anniversario della scomparsa di Yara Gambirasio, due date che ci costringono di nuovo a trattare di femminicidio.

Ne abbiamo parlato più dettagliatamente nel numero 2 di Knife, qui ci interessa ricordare che per femminicidio si intende l’assassinio di una donna da parte di un uomo (più raramente di una donna) che l’ha scelta come vittima proprio in quanto appartenente al genere femminile.…
[Leggi tutto ...]

Posted in Tagli di nera | Tagged , | 1 Comment

Fine del mondo in cinque tempi (di Biancamaria Massaro)

Da quando il cinguettare dei passeri ha sostituito il rombo deimotori, la natura ha cominciato a invadere le città. Piante rampicanti già arrivanoal primo piano degli edifici e ricoprono automobili ferme da tempo. È da pocopassata l’alba quando il fiore apre al sole i candidi petali, mostrandotrionfante il suo cuore dorato. È una comune margherita che si è fatta strada trale crepe dell’asfalto. A causarne la morte non sarà la mano di un bambino che vuoleoffrirla alla madre, ma il calpestio prodotto da una massa in eterno movimento.Si sposta lentamente, come lenta è stata la fine del mondo.

La dottoressa Irina Sastri salì inascensore con i colleghi senza guardarsi allo specchio.
[Leggi tutto ...]

Posted in Racconti, Speciale Zombie | Tagged , , | Comments Off on Fine del mondo in cinque tempi (di Biancamaria Massaro)

Il Caso di Serena Mollicone

Nell’ultimo mese si è riparlato dell’omicidio di Serena Mollicone, la ragazza di Arce ritrovata morta nel bosco di Anitrella in provincia di Frosinone ben dieci anni fa.

Sono stati iscritti nel registro degli indagati per omicidio volontario e occultamento di cadavere: Michele Fioretti, ex fidanzato di Serena, insieme alla madre, Rosina Partigianoni, oltre all’ex comandante dei carabinieri della stazione di Arce, il maresciallo Franco Mottola, al figlio Marco e a un altro carabiniere, Francesco Suprano.

Nell’aprile del 2008 il brigadiere Santino Tuzzi si è ucciso con la pistola d’ordinanza dopo essere stato interrogato come testimone sul caso.

Per il delitto è rimasto per 17 mesi in carcere un innocente.…
[Leggi tutto ...]

Posted in Tagli di nera | Tagged , | Comments Off on Il Caso di Serena Mollicone