Category Archives: Tagli di nera

Charles Manson è morto: la sua fama “maledetta” no

CharlesManson2014È morto ieri Charles Manson.
Purtroppo, come capita ormai da quasi cinquant’anni, non tutto quello che dicono i mass media sul suo conto corrisponde al vero, cominciando dal definirlo come «uno dei più brutali e sanguinari assassini della storia americana» o il «”guru” di una setta satanica».
Ho cercato di fare chiarezza su chi sia stato il “personaggio” nel saggio ‪Charles “Satana” Manson: demitizzazione di un’icona satanica (Nero Press Edizioni, 2014); in questa rubrica proverò a farlo in breve… anche se non è un argomento che potrò esaurire in un articolo solo, perciò questa è solo la prima parte di un lungo speciale.…
[Leggi tutto …]

Posted in Tagli di nera | Tagged , , | Comments Off on Charles Manson è morto: la sua fama “maledetta” no

Strage di Las Vegas: il gesto di un “folle” favorito dalla libera diffusione di armi in America?

paddockI fatti ormai sono noti: il primo ottobre scorso, dal trentaduesimo piano del Mandalay Bay Casino di Las Vegas, il sessantaquattrenne Stephen Paddock – descritto da chi lo conosceva «riservato, tranquillo e benestante» – ha sparato sul pubblico che assisteva a un concerto durante il Route 91 Harvest Festival, evento di musica country che si svolge proprio davanti all’hotel. La rivendicazione dell’Isis è apparsa subito inattendibile e il bilancio delle vittime è stato uno dei più tragici nei casi di omicidio di massa: circa una sessantina di morti – compreso l’assassino, che si sarebbe suicidato per non farsi catturare dalla polizia – e più di 500 feriti.…
[Leggi tutto …]

Posted in Tagli di nera | Tagged , | Comments Off on Strage di Las Vegas: il gesto di un “folle” favorito dalla libera diffusione di armi in America?

Violenza sulle donne: terrorismo quotidiano

controviolenzadonneNel 1999 l’O.N.U decise che ogni 25 novembre si sarebbe celebrata La Giornata Mondiale Contro la Violenza sulle Donne.
Quest’anno, dopo i fatti di Parigi, il coprifuoco di Bruxelles e i “Grandi” della terra e la gente comune che parlano apertamente di guerra, la ricorrenza sta passando sotto silenzio.
Eppure non dovrebbe essere così, perché la violenza sulle donne è una forma di terrorismo quotidiano, vissuto troppo spesso nel silenzio e con la convinzione delle vittime di meritarselo.

Affermazione esagerata?

Rivolgiamoci la stessa domanda dopo la spiegazione.

In tutti i mezzi di comunicazione e social si sta discutendo del terrorismo, spesso senza nemmeno mettersi d’accordo sulla sua origine e significato.…
[Leggi tutto …]

Posted in Tagli di nera | Comments Off on Violenza sulle donne: terrorismo quotidiano

40 anni fa il Massacro del Circeo

3 bravi ragazzi assassini29 settembre 1975: cade oggi il qurantesimo anniversario del Massacro del Circeo

Vi sono casi di cronaca che non si devono dimenticare e il loro anniversario non può passare sotto silenzio. È per questo che ricordiamo sempre con rinnovato orrore quello che accadde il 29 settembre del 1975, quando Giovanni Guido, Angelo Izzo e Andrea Ghira, tre “bravi ragazzi” della Roma Bene, sequestrarono 2 ragazzine di borgata, Donatella Colasanti e Rosaria Lopez, e per più di un giorno e una notte le sottoposero a violenze e torture di ogni genere. Credendo di averle uccise entrambe, la sera successiva le lasciarono dentro il portabagagli della macchina di uno di loro mentre, incuranti del dolore che avevano provocato, cercavano una pizzeria.…
[Leggi tutto …]

Posted in Tagli di nera | Tagged | Comments Off on 40 anni fa il Massacro del Circeo

Femminicidio e Facebook: quando mettere “like” diventa un atto di violenza

“anche se voi vi credete assolti
siete lo stesso coinvolti.”
Fabrizio De André, Canzone del maggio (1973)

La tragedia del piccolo Loris non dovrebbe farci dimenticare l’ennesimo femminicidio accaduto pochi giorni fa e che già non fa più notizia. Almeno fino al prossimo caso in cui un uomo ucciderà una donna perché la ritiene un oggetto.
I più giovani difficilmente ricorderanno il film Sotto accusa del 1988, in cui Sarah Tobias, interpretata da Jodie Foster, viene violentata su un flipper nel bar in cui lavora da tre ragazzi, il tutto tra l’approvazione generale degli altri clienti. Il procuratore Kathryn Murphy accetta inizialmente un patteggiamento per lesioni colpose, minimizzando l’accaduto.…
[Leggi tutto …]

Posted in Tagli di nera | Tagged , | Comments Off on Femminicidio e Facebook: quando mettere “like” diventa un atto di violenza

Cessiamo di uccidere i morti, impariamo ad ascoltarli da vivi

Sarebbe molto facile unirsi al coro di quanti gridano il proprio sdegno, troppo spesso morboso, per la morte del piccolo Loris Stival.

La redazione di Nero Cafè, confidando nel lavoro delle forze dell’ordine e sperando nella collaborazione dei ragusani, preferisce attendere prima di commentare.

Invece di inserire un’immagine del bambino, della scena del crimine, della madre disperata o un’altra delle tante che potete trovare in rete e nei media, abbiamo deciso di proporvi la poesia di Giuseppe Ungaretti, intitolata Non gridate più, che ci esorta a tacere perché la violenza delle parole può uccidere ancora i morti di cui non riusciamo più a sentire la voce.…
[Leggi tutto …]

Posted in News Eventi e Concorsi, Tagli di nera | Tagged , | Comments Off on Cessiamo di uccidere i morti, impariamo ad ascoltarli da vivi

Il Femminicidio in Italia tra fenomeno mediatico e realtà

Oggi, 25 novembre, è La Giornata Mondiale Contro la Violenza sulle Donne, istituita dall’O.N.U. nel 1999. In molte sedi – quelle istituzionali, nei social network e nei media – si discuterà con poche varianti sullo stesso tema: “stop al femminicidio!”.

In passato abbiamo già riportato la definizione di femminicidio come l’omicidio di “una donna in quanto donna”, e trattato l’argomento sul secondo numero di Knife.  Non abbiamo mai parlato però di chi rifiuta una forma di omicidio creata ad hoc, anche se è già stato fatto per altre tipologie legate a caratteristiche specifiche della vittima – per esempio uxoricidio e infanticidio e stanno sorgendo comitati per l’introduzione del reato di “omicidio stradale”.…
[Leggi tutto …]

Posted in News Eventi e Concorsi, Tagli di nera | Tagged , , | Comments Off on Il Femminicidio in Italia tra fenomeno mediatico e realtà

Charles Manson e Roman Polanski: quando Satana incontra Hollywood

rosemaryDue giorni fa, il 12 giugno, si è verificata una ricorrenza importante. È il 1968 quando esce il film Rosemary’s Baby che consacra Roman Polanski come il più “demoniaco” regista che abbia mai lavorato a Hollywood. Il film, come è noto, si conclude con Rosemary  – interpretata da una giovanissima Mia Farrow –  che accetta suo malgrado di aver partorito il figlio del demonio. Dietro il “luciferino” padre si cela una figura reale, quella di Anton LaVey, fondatore della Chiesa di Satana.

9 agosto 1969: Sharon Tate, moglie di Roman Polanski e prossima al parto, viene massacrata insieme ad altre quattro persone da alcuni membri della Family, comunità hippie che il suo fondatore, divenuto poi famoso come Charles “Satana” Manson, ha trasformato in pochi mesi in una setta i cui seguaci sono pronti a uccidere in suo nome.…
[Leggi tutto …]

Posted in Tagli di nera | Tagged | Comments Off on Charles Manson e Roman Polanski: quando Satana incontra Hollywood

Sentenza processo Scazzi: chi ha ucciso Sarah?

26 agosto 2010, primo pomeriggio, Avetrana, Puglia.
Una quindicenne, Sarah Scazzi, scompare. Dopo una quarantina di giorni il suo corpo è ritrovato dentro un pozzo: è stata uccisa. Potrebbe essere una notizia che merita solo poche righe, invece è destinata a trasformarsi in uno di quei pochi casi processuali che, più passa il tempo, più tengono alto l’interesse dell’opinione pubblica.
Non intendiamo ripercorrere tutte le tappe della vicenda, di cui abbiamo già parlato qui; andiamo direttamente al verdetto pronunciato il 20 aprile scorso fa dalla Corta d’Assise di Taranto.
Sabrina Misseri e Cosima Serrano, rispettivamente cugina e zia della vittima, sono state condannate all’ergastolo – pena massima prevista per un delitto simile – per concorso in omicidio volontario, sequestro di persona e soppressione di cadavere.…
[Leggi tutto …]

Posted in Tagli di nera | Leave a comment

8 Marzo: non solo mimose

Le origini reali della festa dell’8 marzo sono poco importanti. Di certo non si commemora l’episodio in cui 129 operaie morirono in un incendio doloso – mai avvenuto! – appiccato nella  fabbrica tessile Cottons di New York: vi erano state rinchiuse per impedire la loro partecipazione alle agitazioni sindacali organizzate nella seconda settimana di marzo del 1908. A New York un incendio c’è stato davvero, ma solo il 29 marzo del 1911, all’interno della Triangle Shirt Waist Company, e vi perirono 134 lavoratori, sia maschi che femmine, molti di provenienza italiana. Di sicuro l’8 marzo del 1917 (attenzione, però:  corrisponde al 23 febbraio del calendario giuliano in vigore in Russia) le donne di San Pietroburgo marciarono per chiedere la fine della guerra, la prima delle grandi manifestazioni che si conclusero con la fine dello zarismo.…
[Leggi tutto …]

Posted in Tagli di nera | Tagged | Leave a comment

Cronache di evitabili morti annunciate

Newtown, Stati Uniti. 20 nuove bare bianche per bambini ammazzati non dovrebbero essere solo un numero, eppure rischiano di diventarlo. Perché, per parlare della strage in Connecticut, si deve per forza tornare con la memoria a quelle passate. Come quella messa in atto il 20 aprile del 1999 da Eric Harris (18 anni) e Dylan Klebold, (17) alla Columbine High School di Denver (Colorado, Usa): prima di suicidarsi, uccisero 12 studenti e un insegnante. O quella del 20 luglio 2012, quando un uomo mascherato da Jocker entrò in un cinema ad Aurora (Colorado) e fece fuori 12 persone ma salvò se stesso, così da poter essere protagonista di un processo-show.…
[Leggi tutto …]

Posted in Tagli di nera | Tagged | Leave a comment