Hurricane – 30 Seconds to Mars

È con molto piacere che presento in questa rubrica il brano Hurricane dei Thirty Seconds to Mars, estratto dal loro ultimo lavoro in studio, This is war.

Il gruppo nasce verso la fine degli anni 90 in California, fondato dai fratelli Jared e Shannon Leto.

Notevole è il successo che hanno riscontrato finora in Italia e nel resto del globo. Nonostante suonino un rock piuttosto deciso. La maggior parte dei loro brani sembra vicina all’emo, ma anche all’alternative rock e al punk. Hurricane invece è diverso. Tende al rock progressivo, senza mai tralasciare quel sound frenetico, ansioso direi, come se, con il nostro Shuttle, stessimo per impattare con il pianeta Marte.

Ciò che colpisce di Hurricane è non solo il testo, ma anche il video, come vedremo in seguito. La canzone parla di una storia d’amore e di odio fra due amanti.

“Tell me would you kill to save a life? Tell me would you kill to prove you’re right?(“Mi racconti che uccideresti per salvare una vita? Mi racconti che uccideresti per provare che sei nel giusto?”) ripete più volte il cantante Jared Leto, nel brano. E ancora “Do you really want me dead? Or alive to torture for my sins” (“Realmente mi vuoi morto? O vivo per torturarmi a causa dei miei peccati?”). Alternando melodie dolci e malinconiche, scandite dalla tastiere, ad altre più dure, dove protagonista è la chitarra.

Ma è soprattutto il video a destare attenzione. Girato e prodotto dallo stesso cantante, dietro uno pseudonimo (è anche attore di discreto successo), è caratterizzato dalla lunghezza, oltre tredici minuti. Già di per sé raro in un video musicale.

Le sequenze non sembrano seguire una vera storia, ma piuttosto un collage di storie. Come leggiamo all’inizio, “this is dream”, sembra infatti un sogno. O piuttosto un incubo, considerato che i protagonisti, che sono gli stessi componenti del gruppo, si trovano a combattere, a suon di arti marziali, con vari personaggi che paiono usciti da film di Wes Craven o John Carpenter. C’è perfino il coniglio di Donnie Darko!

Ricca anche la simbologia delle immagini.

Il video, segnaliamo, viene trasmesso censurato sui canali musicali. Non sono poche, infatti, le scene erotiche, particolarmente spinte, oscurate in questa versione.

Allora è più sogno o incubo? Intanto che ci pensate, io mi rivedo il video, a volume altissimo.

Versione Censurata


Versione Integrale

http://ssmlook.blogspot.com/2010/12/hurricane-il-video-non-censurato.html

(Alberto Cattaneo)


This entry was posted in Sette Note in Nero and tagged , . Bookmark the permalink.

Comments are closed.