La notte raccolgo fiori di carne, di Giorgio Pirazzini

“La valigia urlante”.

La libertà non sta nello scegliere tra bianco e nero, ma nel sottrarsi a questa scelta prescritta. Adorno e la sua morale minima, quella che ci permette di esistere “senza disturbare”, impongono una capacità di ribellarsi al destino. Il minimo della morale impone il massimo delle prestazioni; per tutti quegli ignavi che pensano di poter vivere “oppression-free” ci sono sempre cattive notizie. Il destino bussa alla porta senza preavviso e una scelta, la nostra scelta, fa sempre la differenza. Pensate che sia possibile non scegliere?  Non scegliere è già una scelta e non è detto che sia quella giusta!
Una valigia può contenere il destino di chiunque, specie se dentro c’è qualcuno che si dimena.
La notte raccolgo fiori di carne di Giorgio Pirazzini  è un libro in cui il protagonista dovrà capire come non diventare la prossima parte viva del bagaglio a mano e poi scegliere quale ruolo interpretare nel gioco in cui vittime e carnefici si rispecchiano. La vendetta sarà il motore che alimenterà la ricerca della libertà.
La valigia richiama anche l’idea del viaggio, quello del “partire è un po’ morire”. Un protagonista che affronta il suo partire e che a ogni tappa perderà parte della sua innocenza. Ogni conquista ha sempre un costo.
Il biglietto per questo viaggio è edito da Las Vegas Edizioni.

La notte raccolgo fiori di carne di Giorgio Pirazzini, Las Vegas Edizioni, pagine 109, € 12,00.

(Mirko Giacchetti)


This entry was posted in News Libri and tagged , , . Bookmark the permalink.