Tag Archives: fantascienza

Anteprima di “Machete Kills”: torna l’eroe messicano che non messaggia

Assistere alla proiezione di un lungometraggio e avere la sensazione di guardarne dieci tutti insieme. Vi potrà capitare, se andrete anche voi a vedere Machete kills, secondo capitolo della saga inaugurata nel 2010 con Machete. Cercherò anche di spiegarvi i motivi di questa mia impressione, ma facciamo le cose con ordine.

Diretto come il precedente da Robert Rodriguez, che l’ha anche scritto insieme al fratello Marcel e allo sceneggiatore Kyle WardMachete kills vanta un cast eterogeneo e stellare. Accanto al granitico protagonista Danny Trejo (Desperado, C’era una volta in Messico, La casa del diavolo), recitano Jessica Alba (Sin City, The eye), Michelle Rodriguez (Avatar, S.W.A.T.
[Leggi tutto …]

Posted in Black Report | Tagged , , , , | Leave a comment

Europa Report, di Sebastiàn Cordero

Potremmo definire questo tipo di film un Survival Space Horror, ma alla lontana. Sulla scia di film del calibro di Sunshine, Sfera, The Abyss, piuttosto dei più action Alien o Pandorum. A differenza di tutti questi, però, qui non predomina il lato fanta- quanto il lato -scientifico.

Ci troviamo di fronte a un film con una solida base astronautica, sebbene alcune forzature siano presenti – e i più esperti le noteranno – ma crediamo siano funzionali a un più agile sviluppo della trama. D’altronde questo film vanta tra i consulenti persone che lavorano o hanno lavorato alla NASA, e la stessa forma in cui per buona parte viene proposto – ovvero tramite riprese e interviste – lo rende in parte documentaristico.…
[Leggi tutto …]

Posted in Il Terzo Occhio - Recensioni | Tagged | Leave a comment

Intervista a Dario Tonani: otto domande “infette”

Dopo aver opportunamente radiografato Craig Clevenger nel Knife5, (cosa gravissima per chi se la fosse persa, per rimediare trovate qui l’intervista, a pag. 5 ) continua il viaggio di Radiografie in nero nell’iperspazio degli autori neo-noir, fantascientifici, horror, weird.
Ed eccoci qui: in questa serata senza luna, assicurato alla sedia dell’inquisizione, c’è Dario Tonani. Questo per chiarire il fatto che l’autore si è sottoposto spontaneamente al raggio nero delle Radiografie.
Insomma, si dimenava giusto un poco, ha rantolato tutta la notte sotto l’effetto del pentothal e poi è fuggito a bordo del mio Lupetto. (A proposito Dario, se con il furgone hai finito, lo vorrei indietro).…
[Leggi tutto …]

Posted in Radiografie in Nero | Tagged , , | Leave a comment

Speranze bruciate, di Maurizio Bertino

«Che Dio la benedica!»
«Lei è?» domandò l’uomo indicando ai due inservienti di caricare la cassa nel retro del furgoncino.
«La moglie del prescelto!» rispose la donna afferrandogli la mano e stringendola forte fra le sue. «Posso dare un ultimo saluto a mio marito?»
«Ne parla come se fosse morto e invece sa bene che starà meglio di lei, mia cara signora».
«Certo, lo so, ma s’è svolto tutto così in fretta… L’estrazione, lui che è salito sul palco, lei che l’ha benedetto con l’ibernazione, non ha avuto neppure il tempo di salutare il nostro figliolo. Certo, speravamo entrambi che il prescelto potesse essere il bambino, tutti i sacrifici, tutti i risparmi spesi per il biglietto… Ce lo lasci salutare attraverso il vetro della cassa, la prego…»
L’uomo corrugò le sopracciglia.…
[Leggi tutto …]

Posted in Racconti | Tagged , , | 1 Comment

Infrasound, di Daniela Barisone: delirio e infrasuoni a New Milan

Il Dominio si è espanso a Nord conquistando terre che non erano mai state italiane. Le cose a New Milan si sono messe male proprio adesso che la Polizia è diventata un organo di repressione della libertà e utilizza potenti ultrasuoni udibili anche dall’orecchio umano.
Una misteriosa bambina cieca, in una stanza bianca con il pavimento ricoperto di garofani, è il fulcro di un movimento di persone in grado di avvertire e comunicare con gli infrasuoni.

«Ultrasuoni e infrasuoni funzionano allo stesso modo, da un certo punto di vista. Solo a frequenze diverse»

Si dice in giro che gli infrasuoni siano in grado di provocare sentimenti di soggezione o paura nell’uomo, seppur non percepibili dall’orecchio umano, e siano causa di ansia, tristezza, brividi e impercettibili spostamenti d’aria.…
[Leggi tutto …]

Posted in Radiografie in Nero | Tagged , | Leave a comment

The Last Church, di Lee Pletzers

Lee Pletzers
The Last Church
Triskaideka Books, 2013

Lee Pletzers è un autore neozelandese molto prolifico e, dalle informazioni in mio possesso, questo è il suo secondo romanzo, pubblicato la prima volta nel 2009 e riproposto quest’anno dalla sua Triskaideka Books.
The Last Church è un lavoro molto ambizioso che mischia diversi elementi in un’opera non del tutto omogenea ma che di sicuro non lascia indifferenti. L’azione si sposta dall’anno 2368 ai giorni nostri, ai tempi in cui Peter Clement fa un patto con le forze delle tenebre, attraverso un libro che garantisce i desideri per ogni omicidio commesso. Allo scadere dei vent’anni, dovrebbe consegnare il libro a qualcun altro ed estinguere il debito, ma ecco che Clement trova un modo per beffare le regole, rifugiandosi nella lama del pugnale sacrificale.…
[Leggi tutto …]

Posted in The Interpreter | Tagged , , | Leave a comment

Rave di morte, di Mario Gazzola

Il nostro futuro prossimo. Come potrebbe essere? Ci sarà un limite al potere delle grandi multinazionali? Quanto potranno spingersi avanti nell’induzione del pensiero, nell’imbrigliare “menti libere”, finanche nel Potere Supremo, quello “divineggiante” proprio di chi decide della vita e della morte?
New York, 2024. Un giornalista-critico musicale, Lester Peel, viene invitato ad ascoltare e recensire l’anteprima di un nuovo prodotto musicale (definirlo “disco” è roba del passato…). Prodotto da una potentissima Major e interpretato da Yorki, una giovin cantante dalla pelle artificialmente resa azzurra e da una protesi metallica come ornamento. Durante l’attento ascolto si imbatte però in uno strano rumore di sottofondo, una sottotraccia quasi subliminale dove sembra che si odano voci e un tonfo.…
[Leggi tutto …]

Posted in Black Door | Tagged , , , | Leave a comment

Livido, l’inizio dell’immortalità

«Reality means you live until you die,” the agent says.
“The real truth is nobody wants reality»

Survivor – Chuck Palahniuk

Dal picco di Colle Vasto si possono osservare cumuli di spazzatura, la palta, si può intravedere il giovane Peter Pains, un trashformer che si guadagna da vivere ritrovando oggetti di valore nel fiume di immondizia. L’affresco della megalopoli magistralmente descritto ritrae un mondo distopico tragicamente al limite della sopravvivenza ricordando a tratti le atmosfere di Anthony Burgess.
Peter è disabile, ma ha arti artificiali, la preziosa Tantalium, un arto Water Proof 4, ritrovato nella palta e, al posto del moncherino della gamba, la Podox, una protesi ottenuta grazie a un baratto con il vecchio Ion, una sorta di Scienziato ex-demiurgo ridotto quasi alla demenza, la cui mente è stata fatta oggetto di cancellazione selettiva dai maledetti della Reverse, la società che gestisce tutto il sistema di riciclaggio dell’immondizia.…
[Leggi tutto …]

Posted in Radiografie in Nero | Tagged , , | Leave a comment

Crawlspace, di Justin Dix

Justin Dix, conosciuto per il suo ruolo di direttore della Wicked of Ox Studios, azienda che si occupa della creazione di effetti speciali (tra cui annoveriamo anche due episodi di Star Wars: L’attacco dei Cloni e La vendetta dei Sith), è all’esordio come regista in questo lungometraggio a metà fra il thriller e la fantascienza.

Crawlspace – traducendo, Vespaio – ancora non approdato in Italia, è un film claustrofobico che si presenta fin da subito con un’ambientazione cupa e ricca di tensione. Non molto distante, come temi e struttura narrativa, dai più blasonati Punto di non ritorno, Alien e Pandorum, Crawlspace si ritaglia comunque uno spazio degno di nota.…
[Leggi tutto …]

Posted in Il Terzo Occhio - Recensioni | Tagged , , | Leave a comment

Serie tv: in arrivo Occult

Sembra talco ma non è… parola di Pollon.
Nel 1980 avevo solo quattro anni e, come molti altri fanciulli e non, all’epoca iniziavo a scivolare nel tunnel della dipendenza da “talco catodico”. Oggi, per giustificarmi, mi ripeto che ero solo un bambino e che guardavo solo dei cartoni, ma la mia dipendenza divenne chiara quando, crescendo, passai agli altri prodotti, quelli così detti “generalisti”, pensando di poter smettere quando volevo.
Non senza fatica, riuscii a uscire dal giro e a disintossicarmi prima che quello che rimaneva della dignità catodica fosse seppellito nei copioni programmati dei vari reality show, calpestata nel vaniloquio dei talk show e affumicata nei vari pomeriggi in studio.…
[Leggi tutto …]

Posted in News Film | Tagged , , , | Leave a comment

Martyr (Dead Space), di B.K. Evenson

Video… leggendo?
Giochi ininterrottamente per ore, impazzisci sui tasti del controller, risolvi complicatissimi rompicapi e non riesci a staccare gli occhi dalla tv. Ti sei mai chiesto perché lo fai?
No, non dirmi che ti serve per rilassarti o che “ti piace”, non bastano come risposte. Affronti diversi tipi di rompiscatole sparsi nel videogioco, ricerchi qualche diavoleria che ti permetta di aprire quella maledetta porta della stanza rossa. Impari a memoria piantine di luoghi che nemmeno esistono, senza contare che sai spostare al millimetro la levetta per sfuggire a un trabocchetto che non potrà mai farti male nella realtà. Conosci una serie di combinazioni di tasti per effettuare mosse impossibili e movimenti irreali che nemmeno un karateca medaglia d’oro alle olimpiadi riuscirebbe a sognare.…
[Leggi tutto …]

Posted in News Libri, News Videogiochi | Tagged , , | Leave a comment