Tag Archives: daniele picciuti

The Ward, di John Carpenter

Quando il cinema è trito e ritrito.

Senza nulla togliere all’abilità registica di Carpenter, questo film riprende un tema già affrontato in due pellicole (una precedente, l’altra contemporanea) di gran lunga più accattivanti. Si tratta di Identità (film che vede protagonista un ottimo John Cusack) e Shutter Island (film già recensito su Nero Cafè, con uno straordinario Leonardo Di Caprio).

Attenzione: spoiler!

In tutti questi film si affronta il tema delle personalità multiple che intervongono sul finire come colpi di scena che consentono allo spettatore di reinterpretare l’intera storia sotto una nuova luce. Il trucco funziona, resettare la chiave di lettura su quanto si è appena visto permette una nuova e più sorprendente visione delle cose.…
[Leggi tutto ...]

Posted in Il Terzo Occhio - Recensioni | Tagged , , , , | 5 Comments

I segreti della mente, di Hideo Nakata (Chatroom)

Stavolta Il Terzo Occhio decide di inserire la locandina nella versione originale del film. D’altronde il titolo Chatroom centra in modo più nitido e preciso il cuore di questa pellicola. Non che non vi siano “segreti della mente” in questa storia, nera più che mai, ma l’influenza della rete sulle vite dei cinque ragazzi protagonisti è lo specchio di una società che percorre l’oscuro cammino dell’individualismo, portando il singolo all’isolamento e la vita virtuale al pari o – peggio – al superamento di quella reale.

Soli. Senza amici. Circondati da banalità, falsi valori, un mondo cupo e grigio – non a caso i colori del mondo reale sono pallidi e incolori – cinque giovani trovano conforto nella frenesia della rete, così variopinta nelle immagini e nei contenuti, ognuno con la propria stanza personalizzata, dove poter ricreare uno spazio proprio, ideale, pregno di quella individualità che là fuori è schiacciata dai problemi, dalle incomprensioni, da traumi mai superati.…
[Leggi tutto ...]

Posted in Il Terzo Occhio - Recensioni | Tagged , , , | Leave a comment

The son of no one, di Dito Montiel

Un film che è pesante come un macigno. Ma di quella pesantezza che è spessore, che ti rimane nello stomaco come un nodo stretto forte.

È come assistere a un viaggio a ritroso nell’inferno personale di un agente di polizia che ha fatto del proprio silenzio un’armatura. E, al di sotto, un’anima che si agita inquieta, tra il rimorso e la voglia di dimenticare.

Channing Tatum è una maschera impassibile per tutta la durata del film. Ma è richiesto che sia così. Il suo personaggio, di fatto, sembra restare impassibile di fronte al precipitare degli eventi, eventi che lo riguardano e da cui non sa come sottrarsi.…
[Leggi tutto ...]

Posted in Il Terzo Occhio - Recensioni | Tagged , , , , , , , , | Leave a comment

San Valentino di Sangue, di Patrick Lussier

Non siamo certo di fronte a un capolavoro dell’horror. Molte critiche sono fioccate all’uscita di questo film. Che sia un classico “splatterone” è fuor di dubbio, le scene di violenza abbondano, così come le teste, dilaniate, squarciate, mozzate.

L’antefatto ricalca quello dei suoi “parenti” più noti, vedi Freddie Kruger di Nightmare, Jason Voohrees di Venerdì 13, o Michael Myers di Halloween. Ovvero, ha luogo anni prima un terribile fatto di sangue dal quale emerge una figura più o meno mascherata, inarrestabile, quasi immortale, che diventa presto leggenda metropolitana (e qui potremmo citare pure Urban Lenged, giusto per aggiungere altra carne al fuoco).…
[Leggi tutto ...]

Posted in Il Terzo Occhio - Recensioni, Speciale San Valentino in Nero | Tagged , , , | Leave a comment

Vanishing on 7th Street, di Brad Anderson

Questo film sarebbe potuto essere migliore.

Iniziare una recensione con questa frase lascia immediatamente presagire il senso di delusione che ha percorso i capillari del Terzo Occhio.

È così in effetti.

Eppure i presupposti perché fosse un buon film c’erano tutti. L’idea di partenza, la scomparsa di un’intera popolazione nel nulla, ombre che si muovono sussurrando per portarsi via i superstiti nel buio. Quella percezione claustrofobica che avvince il lettore. Allo stesso tempo, però, le carte giocate non si sono dimostrate all’altezza.

Innanzitutto i personaggi. Non ce n’è uno – che sia uno – con cui si empatizza. Hayden Christensen è algido, cupo, perfino antipatico.…
[Leggi tutto ...]

Posted in Il Terzo Occhio - Recensioni | Tagged , , , | Leave a comment

Non lasciarmi, di Mark Romanek

Il Terzo Occhio nasce come rubrica sul nero. Recensioni su libri e film che trattino di genere noir, horror, giallo e thriller. Tutto ciò che è nero, nel più ampio significato del termine, finisce sotto lo sguardo spietato della sua pupilla.

A volte accadono miracoli. Eccezioni alla regola. Che diventano regola esse stesse. Perché un film come questo, che sfiora la fantascienza pur non essendo tale, che sussurra al dramma pur rappresentando, allo stesso tempo, una pellicola di formazione, di crescita; un film come questo, dicevo, non può passare inosservato.

Cosa c’è di più nero della crudeltà di una società capace di creare esseri umani al solo scopo di utilizzarli come donatori di organi per le persone “normali”?…
[Leggi tutto ...]

Posted in Il Terzo Occhio - Recensioni | Tagged , , , , | 2 Comments

The Town, di Ben Affleck

Ben Affleck si conferma un regista da tenere d’occhio.  L’approccio crudo alla città violenta funziona, anche se forse è proprio il suo personaggio ad essere meno credibile nella sua eccessiva “ingenuità”. Il criminale buono e perseguitato dalla sfortuna è un cliché che per funzionare deve essere ben imbastito e, in questo, Affleck pecca forse un po’ di presunzione.

Ma il film, nel suo complesso, funziona abbastanza bene. Interessante è il rapporto che si crea tra lo stesso Affleck e il personaggio di Rebecca Hall, donna presa in ostaggio durante una rapina – e poi lasciata andare – che abita nel loro stesso quartiere.…
[Leggi tutto ...]

Posted in Il Terzo Occhio - Recensioni | Tagged , , , , , | Leave a comment

Hanna, di Joe Wright

Hanna è un’arma letale. Un’anima fragile. Innocenza rubata.

Se Hanna ti colpisce e ti manca il cuore, stai pur certo che si avvicina col suo passo leggero… e ti finisce.

Questo film parte subito a carte scoperte. Hanna è una ragazzina speciale, un killer perfetto nel corpo di una ragazzina, nascosta al mondo dal padre Erik (Eric Bana), un ex-agente CIA che è letteralmente scomparso agli occhi di tutti pur di tenere al sicuro sua figlia.

Sulle tracce di Hanna c’è la perfida Marissa (Cate Blanchett) agente CIA priva di scrupoli che deve arrivare a lei per cancellare un passato oscuro che ne potrebbe compromettere la carriera.…
[Leggi tutto ...]

Posted in Il Terzo Occhio - Recensioni | Tagged , , , , , | Leave a comment

1921 – Il mistero di Rookford, di Nick Murphy

Il cinema horror di ambientazione storica, come questo nell’Inghilterra degli anni ’20, ha sempre un certo fascino. La mente rimanda immediatamente alla letteratura gotica, come il classico Giro di vite di Henry James, mentre da un punto di vista cinematografico viene subito da pensare al bellissimo The Others. Precedenti notevoli, su entrambi i fronti, che richiedono quindi un impegno per certi versi maggiore, dovendo soddisfare delle attese presso un pubblico che – pure se di nicchia, o forse proprio per questo – è sempre molto esigente.

1921 – Il mistero di Rookford non disattende le aspettative. Le atmosfere sono cupe, i personaggi che si muovono in questa vicenda appaiono ben pennellati, ognuno con un proprio tormento interiore, e scheletri negli armadi che emergono a poco a poco, fino all’avvincente finale.…
[Leggi tutto ...]

Posted in Il Terzo Occhio - Recensioni | Tagged , , , , | 1 Comment

La notte chiama (e altre storie), di Luigi Boccia e Nicola Lombardi

Un libro che per metà è La notte chiama e per metà è altre storie.

Luigi Boccia e Nicola Lombardi ci conducono in un incubo frastagliato, ridotto a mosaico per il lettore che deve ricomporre il puzzle.

Troviamo articoli di giornale di un vecchio fatto di sangue (il massacro di Montelupo), appunti deliranti di un direttore d’albergo che cammina sempre più pericolosamente verso l’orlo della follia, note sul taccuino di un parroco capace di intuire un dramma dietro i falsi sorrisi di Fabio Mistretta, e poi focalizzazioni sparse su Lorenza, la cameriera dagli occhi spiritati che prega in solitudine accarezzando un coltello scintillante, e ancora sulla giovane Arianna, sul cui diario annota i dettagli di un segreto che resterà insvelato per anni, e su Michele, il fulcro di tutta la storia, colui che si improvviserà investigatore per arrivare a scoperchiare la verità e riuscire, finalmente, a chiudere il cerchio.…
[Leggi tutto ...]

Posted in Il Terzo Occhio - Recensioni | Tagged , , , | 1 Comment

Il circo maledetto, di Ann Featherstone

Questo libro ha attratto il Terzo Occhio immediatamente. Copertina morbida, come fosse imbottita, bordo delle pagine nero, prezzo più che accessibile, tema accattivante, una storia a tinte fosche ambientato nella Londara vittoriana.
Ann Featherstone, l’autrice, è docente di Storia del Teatro alle università di Manchester e Londra; è, quindi, persona ben ferrata sulla mondanità dell’epoca, sugli usi e i costumi di allora.
Potremmo definire il romanzo a metà fra un giallo e un noir. C’è il mistero, l’indagine da parte del protagonista, Corney Sage, artista teatrale che non è esattamente un cuor di leone, ma che si trova suo malgrado coinvolto nell’omicidio di una giovane attrice di facili costumi.…
[Leggi tutto ...]

Posted in Il Terzo Occhio - Recensioni | Tagged , , | Leave a comment