Studio83 indice il concorso horror “I ritornanti”

Agenzia viaggi.

Vorrei sapere quanti di voi reclamerebbero se, entrando in un’agenzia viaggi, la gentile commessa vi desse un biglietto di sola andata verso una località ignota e vi buttasse fuori dal locale.
Credo che anche i più educati e pazienti tra di voi avrebbero qualcosa di più che una semplice tentazione di esporre, magari poco garbatamente, il proprio disappunto, vero?
Bene, cercate l’ufficio reclami, perché tutti siamo passati dalla stessa agenzia viaggi prima di nascere.
Non importa a quale punto siate giunti, cosa avete fatto e quanto dovete ancora fare, quanto tempo vi rimane e quanto ne avete sprecato, perché la località ignota è sempre lì e, quel che è peggio, vi aspetta!
Nell’aldilà c’è un posto prenotato per voi.
E sì, ci tocca proprio morire. La cosa più seccante è che “indietro non si torna”.
Sino a quando la biologia non si piegherà ai nostri capricci, abbiamo solo l’opportunità di sognare il ritorno.

Il concorso letterario “I Ritornanti” ci darà l’opportunità di convertire il biglietto solo andata con un più fruttuoso andata + ritorno. Le semplici regole del viaggio le trovate sul sito di Studio83. Per riassumere, comunque, il concorso è aperto a racconti non superiori alle 20mila battute spazi inclusi.

Il tema? Vi riportiamo uno stralcio dal sito, giusto per farvi un’idea: Il Revenant, o Ritornante, è una figura inquietante e suggestiva del folklore europeo: è colui che ritorna dopo la morte, sotto le varie forme che mito e letteratura gli hanno dato (vampiro, zombie, stregone, negromante ecc.) e per i vari scopi assegnatigli dalle credenze popolari (nutrimento, vendetta, conti in sospeso, persecuzione dei familiari rimasti in vita e via dicendo). La parola “Revenant” deriva infatti dal latino revenir, “ritornare”.

Insomma, per questo viaggio un bagaglio leggero e tanto, tanto orrore sono indispensabili.
Buona scrittura.

(Mirko Giacchetti)


This entry was posted in News Eventi e Concorsi and tagged , . Bookmark the permalink.