L’unico Figlio

“L’unico figlio” di Anne Holt (Einaudi)
L’omicidio di un’assistente sociale in un orfanotrofio di Oslo e la fuga di un ragazzino testimone del fatto, sono il punto di partenza del crime ‘L’unico figlio’ (Demonens død – Morte del demonio) di Anne Holt, dal 22 marzo 2011 nelle librerie italiane per i tipi di Einaudi, che vedrà ancora una volta impegnata nelle indagini la detective Hanne Wilhelmsen.
In un gelido e ostinatamente plumbeo febbraio norvegese, l’arrivo di un ragazzino in un orfanotrofio alle porte di Oslo è causa di grande scompiglio. Il dodicenne Olav infatti, sottratto alla patria potestà, pare infinitamente più adulto e cattivo degli altri compagni, e tutti i tentativi di pacificarlo sembrano fallire. Quando Agnes Vestavik, la direttrice dell’orfanotrofio, viene trovata nel suo ufficio, uccisa con un coltello da cucina, e Olav è scomparso, probabilmente dopo aver assistito al delitto, Hanne Wilhelmsen, appena nominata soprintendente di polizia, decide di occuparsi del caso. Cosa che la porterà a scendere per le strade di Oslo, tra il peggior degrado ma anche nell’umanità più dolorosamente viva

This entry was posted in News Libri. Bookmark the permalink.

Comments are closed.