Lo specchio del male, di Davide Simon Mazzoli

Il parcheggio e lo specchio.

Sono orgoglioso di presentarvi la mia formula per misurare lo stress; va formulata con i dati raccolti nella ricerca del parcheggio. È molto semplice: il tempo per trovare uno spazio libero moltiplicato per i cattivi pensieri avuti durante la ricerca, diviso la distanza in metri dal posto in cui dovete arrivare. Se i cattivi pensieri sono maggiori della distanza in metri, siete oltre il livello di guardia. Il risultato è la proporzione tra il tempo che passate in macchina intrappolati nel vostro cattivo umore e la possibilità di rilassarvi camminando.
Ogni volta che riesco a parcheggiare la macchina, osservo la mia immagine nello specchietto retrovisore. Mi guardo e dico: “chi si accontenta si lamenta”. Ogni proverbio è in rima, “chi si accontenta gode” non ha questa particolarità. Quindi, o non è un proverbio oppure è un’inutile formuletta edificante.
Ognuno ha uno specchio con cui misurare la propria umanità. Davide Simon Mazzoli ha inaugurato la collana tre60 di Tea Edizioni con il romanzo Lo specchio del male. Il protagonista Orazio De Curtis nello specchio può constatare solo il suo grado di egoismo, gli avanzamenti nella misantropia e la generale xenofobia da cui è affetto; un antieroe crepuscolare, reso storpio da un incidente in auto, scrittore di successo ed ex cronista di guerra. Con un cognome che richiama Totò, il protagonista sembra un catalogo ambulante delle bassezze umane esistenti. A causa della sua spigliata attività sessuale, il protagonista verrà coinvolto in un giro di ricatti gestiti da Corrado, un “innocente” ragazzo di quindici anni, soprannominato “il Demonio”. Il carnefice minorenne alzerà la posta in gioco sino all’epilogo della storia.
Un libro scritto in prima persona, politicamente scorretto e condito con humor nero. L’autore riesce a strapparci un sorriso anche quando c’è poco da ridere.

Lo specchio del male di Davide Simon Mazzoli, Tea Edizioni Collana tre60, 413 pagine, € 9,90.

(Mirko Giacchetti)


This entry was posted in News Libri and tagged , . Bookmark the permalink.