Il guardiano, di Massimo Lugli

Carta, forbici, katana.

Mai stato samurai e un po’ me ne pento; quando ero piccolo seguivo in tv le avventure di Itto Ogami. Un samurai ingiustamente accusato di tradimento, che viaggia in compagnia di suo figlio per tutto il Giappone, cercando di dimostrare la sua innocenza e difendere i più deboli. Non ricordo da dove venisse e per quale motivo fosse senza un “padrone”, né mi ricordo come finisse il telefilm, ma non voglio ricorrere a Wikipedia e ingannarvi. Un Samurai è onesto, non inganna, quindi anch’io non devo usare armi telematiche improprie. Accontentatevi della mia pessima memoria.
Crescendo ho visto molti film e letto qualche libro sul tema. Non vi dico quanto ho apprezzato Kill Bill e L’Ultimo Samurai, ma non si può vivere di soli ricordi ed è arrivato il momento di aggiungere un tassello in più sul mondo dei Samurai.
Il guardiano ospita nella trama queste figure leggendarie, ma non ne troverete nemmeno uno buono. Questa volta i Samurai sono i cattivi e, credetemi, è un grosso problema per Marco Corvino e la sua terza indagine (Il Carezzevole e L’Adepto i due capitoli precedenti). Il protagonista del romanzo è nato dalla penna di Massimo Lugli.
Il ritrovamento di diversi cadaveri tiene in scacco la polizia. Gli omicidi sono compiuti da chi conosce il mestiere dell’assassino; nessuna esitazione e tagli perfetti sono il segno distintivo, mentre mutilazioni e smembramenti la firma dei vari delitti. Le indagini ipotizzano l’esistenza di un serial killer e i primi sospetti ricadono sul “Macellaio”, un camionista francese. Marco Corvino segue il caso per il suo giornale, ma quando viene a sapere che un frammento d’acciaio, vecchio di cinque secoli, viene ritrovato nel cadavere dell’ultima vittima, inizia a nutrire seri dubbi sulle indagini svolte dalla polizia. Il giornalista cercherà il responsabile, sino a imbattersi in una strana leggenda: la Setta dei Senza Nome.

Il Guardiano di Massimo Lugli, Newton Compton Editore, 316 pagine, € 9,90.

(Mirko Giacchetti)


This entry was posted in News Libri and tagged , , . Bookmark the permalink.