Touch and Splat, di A. Cascio e A. Buffa

Touch and SplatIl passato non muore mai.
Di norma, quando leggo Zerocalcare faccio fatica a restare serio. Ci fu però una sua vignetta che mi mandò in crisi, che mi fece perdere molto del buon umore e la voglia di ridere. Per la precisione è una tavola contenuta in Un polpo alla gola, quella in cui lessi il monito “Ricorda: nessuno guarisce dalla propria infanzia.”
Bene, anche senza raggiungere le ottanta miglia orarie a bordo di una DeLorean ed escludendo l’aiuto di qualsiasi fulmine, quelle parole mi hanno catapultato nel passato. Dopo qualche ricordo più o meno spiacevole, posso affermare con certezza che è vero, da quell’età non si può proprio guarire.
Questo non sono arrivato a capirlo dopo un paio di sedute dallo psicologo, mi è bastato ricordare il primo giorno della seconda elementare, quando conobbi la mia nuova maestra e, a causa di quella donna, litigai con il sistema educativo.
Se potessi, lei e molte altre persone, le inviterei a una bella rimpatriata per un round a Touch and Splat.
Cos’è Touch and Splat?
Semplice, è il titolo della prima graphic novel pubblicata da Electric Sheep Comics. Una storia pulp immersa nelle atmosfere western. Il contrasto tra il bianco e il nero delle tavole di Alessandro Buffa scandisce l’idea tratta dall’omonimo romanzo di Alessandro Cascio. L’occasione di una rimpatriata tra amici di scuola parte come un duello di tutti contro tutti tra le strade del meraviglioso West Golden Paradise, una vecchia location di molti film made in U.S.A. Per i partecipanti non si tratta che di un passatempo innocuo, un’occasione per rimediare una vendetta a qualche torto subito e riscattarsi da un’esistenza troppo stretta. Ma niente è come sembra e presto si trasformerà in uno spiacevole appuntamento con la morte. Mentre i proiettili ronzano come calabroni, il lettore scoprirà per quale motivo l’E.i.r. (Experiment of Hidrophoby and Rage-regression), ideato e sperimentato dallo psicologo Rupert Kensigton in un carcere della Louisiana, non è mai stato un gioco adatto a tutti!
Dopo questa prima uscita è previsto un altro titolo promettente: Blood Washing, una storia di piccoli e grandi gangster adatta a stomaci forti.
Seguite le pubblicazioni di ESC, su http://www.escomics.com/ e il profilo facebook Electric Sheep Comics.

Touch and Splat, di A. Cascio e A. Buffa, prefazione a cura del regista Ernesto Gastaldi, Editore Ass. Culturale Il Foglio, 100 pagine in bianco e nero. € 12,00. Disponibile.

(Mirko Giacchetti)


This entry was posted in News Fumetti. Bookmark the permalink.

Comments are closed.