Category Archives: Il Sipario Strappato

Operamolla: nuovo spettacolo teatrale dei DoppioSenso Unico

Torna a teatro DoppioSenso Unico, con lo spettacolo “Operamolla”. Dopo i successi de “La variante E.K.” e “gU.F.O.” (dei quali vi abbiamo già parlato qui e qui), il duo formato da Luca Ruocco e Ivan Talarico porta al Teatro Dell’Orologio di Roma, per quasi un mese, un nuovo show che si preannuncia ancora più divertente e grottesco dei precedenti. Come si intuisce dal trailer dopo il sottostante comunicato stampa, la loro è una comicità cupa e macabra, che piacerà sicuramente ai nostri lettori.

Con “Operamolla” ritorna al Teatro dell’Orologio il duo DoppioSenso Unico, compagnia tra le più apprezzate e sorprendenti del panorama teatrale romano. 
[Leggi tutto …]

Posted in Black Report, Il Sipario Strappato, News Eventi e Concorsi | Tagged , , , | Comments Off on Operamolla: nuovo spettacolo teatrale dei DoppioSenso Unico

Tra cronaca e rito: la saponificatrice di Correggio a teatro secondo Lina Wertmüller

Riprendiamo il nostro ciclo “domenica vintage”  riproponendo un articolo della rubrica Il sipario strappato, uscito poco più di un anno fa. 

Leonarda Cianciulli non ha bisogno di presentazioni per gli appassionati del mistero. La saponificatrice di Correggio, così come fu soprannominata durante il processo, rappresenta senza dubbio una delle figure più famose d’Italia nell’ambito della cronaca nera. Nata in Irpinia, a Montella per la precisione, la Cianciulli si trasferì, dopo un’infanzia molto difficile che la vide protagonista di diversi tentativi di suicidio, a Correggio, vicino Reggio Emilia, a seguito del terremoto che colpì nel 1930 Campania, Puglia e Basilicata. Allo scoppio del secondo confitto mondiale, nel 1939, il maggiore dei tre figli maschi, Giuseppe, viene chiamato al fronte.
[Leggi tutto …]

Posted in Il Sipario Strappato | Tagged , | Comments Off on Tra cronaca e rito: la saponificatrice di Correggio a teatro secondo Lina Wertmüller

Camurrìa di Arnolfo Petri: scontri dialettici tra uomini in gabbia

Testo duro, cupo, oppressivo, Camurrìa rappresenta uno dei migliori risultati dell’Arnolfo Petri drammaturgo, in cui si riversano elementi chiave del “teatro dell’anima” e influenze letterarie di grande suggestione.

Questa in breve la trama: ci troviamo a Napoli, nella sezione protetta del carcere di Secondigliano, quella degli “infami” e dei crimini “vergognosi”. Due uomini condividono la stessa cella. Sono Salvatore detto Totore, “guaglione” della potente cosca dei D’Urso, e Marcello, in arte Hedy Lamarr, un omosessuale ossessionato dalle immagini patinate della famosa diva del cinema classico americano. Il primo è accusato dell’omicidio di un prete anti-camorra; il secondo è un ex-professore omosessuale dentro per adescamento e corruzione di minore.…
[Leggi tutto …]

Posted in Il Sipario Strappato | Tagged , | Leave a comment

Profondo Rosso a teatro in versione musical

Dario Argento, si sa, vive ormai da anni una fase calante al cinema, con opere discontinue, molte volte al limite del ridicolo involontario. Sono quindi lontani i tempi dei suoi capolavori che lo hanno imposto come uno dei grandi del thriller e dell’horror mondiale: Suspiria, Phenomena, ma soprattutto Profondo Rosso.

Proprio il classico del 1975 è al centro di una rivisitazione, o meglio di un riadattamento, che lo ha visto spostarsi dal grande schermo alle tavole del palcoscenico in versione musical nel 2007.

Il connubio musical-horror non è certo una novità. Basti pensare al Rocky Horror Show di Richard O’Brien, ma con Profondo Rosso per la prima volta questo connubio è tutto italiano e non si basa su un horror-grottesco, come avviene, oltre che nel citato lavoro di O’Brien, nella Piccola bottega degli orrori, bensì su un orrore spinto e carico di tensione, esattamente come è il film originale.…
[Leggi tutto …]

Posted in Il Sipario Strappato | Tagged , | Leave a comment

Il teatro sulla camorra nella Biblioteca Digitale dell’Università di Napoli “Federico II”

La Biblioteca Digitale sulla Camorra, coordinata dal Prof. Pasquale Sabbatino, è un progetto di ampio respiro che vuole  indagare storicamente e criticamente la camorra dall’Ottocento e dalla Bella Società Riformata ad oggi. Analizza il fenomeno della criminalità organizzata sotto vari punti di vista e con approccio interdisciplinare: va dall’indagine sociologica, all’analisi del gergo utilizzato dai camorristi, sino alle rappresentazioni a teatro, nella letteratura, nella musica e al cinema.

Proprio il teatro “sulla” camorra rappresenta uno dei punti forti della Biblioteca Digitale. Nella sezione “Biblioteca” (la prima che si incontra nel percorso di approfondimento del sito), si ha infatti la digitalizzazione di testi teatrali dall’Ottocento sino ai giorni nostri.…
[Leggi tutto …]

Posted in Il Sipario Strappato | Tagged , | Leave a comment

Un San Valentino di sangue

Il genere horror è in realtà un universo fatto di varie tipologie e sottogeneri, si va dall’altamente fantastico per giungere ai film di mostri. Tra questi sottogeneri, sicuramente vi troviamo lo “slasher”, ovvero quelle pellicole che vedono un gruppo di persone inseguite da un maniaco omicida, che li uccide spesso con l’arma bianca. Si tratta, con ogni probabilità, di una delle tipologie più inquietanti e, se fatta bene, capace di suscitare maggiore tensione nello spettatore, proprio per la sua ambientazione realistica e scevra da elementi sovrannaturali.

A mio avviso, proprio nell’ambito dello slasher è possibile trovare un’ulteriore sottocategoria con film che letteralmente profanano feste tradizionali del mondo anglo-americano.…
[Leggi tutto …]

Posted in Il Sipario Strappato, Speciale San Valentino in Nero | Tagged , , | 1 Comment

"Zombie Institute for Theoretical Studies", fra scienza e teatro

Si tratta di uno scherzo, una “sciarada”, ma davvero perfettamente orchestrata.

Navigando sul sito ufficiale www.zombiescience.co.uk si nota infatti come lo “Zombie Institute for Theoretical Studies”, ente ovviamente fittizio, abbia partner, patrocini e supporter di una certa autorevolezza, primi fra tutti l’Università di Glasgow e il Festival scientifico della stessa città scozzese.

Cosa è quindi lo “Zombie Institute”?

Come dice  il nome stesso, si tratta di un ente di “ricerca” e divulgativo che studia la scienza “vera” che si cela dietro i non-morti. Capo dell’istituto è il Dottor Austin che, come si legge nella sua nota biografica, è un noto “zombologo” (o “zombista”?) nato a Aberdeen e che subito è entrato nel mondo dei non-morti, studiandoli in giro per il mondo e in particolare in Papua Nuova Guinea.…
[Leggi tutto …]

Posted in Il Sipario Strappato, Speciale Zombie | Tagged , | Comments Off on "Zombie Institute for Theoretical Studies", fra scienza e teatro