Tulpa, di Federico Zampaglione

Italiani all’estero.

Sono due le opinioni che ho sempre sentito sugli italiani all’estero: brava gente che costruisce ponti, scuole e autostrade oppure la classica “spaghetti, pizza, mandolino” in cui gli ingredienti sono conditi con salsa Mafia. Non credo a nessuno di questi due estremi, poiché ci sono molte prove a favore e contro a tutte e due le tesi; ma noi italiani all’estero, chi siamo?
Siamo tutti e nessuno; se esportiamo nel mondo il peggio della morale psicosessuale mediterranea, riusciamo anche a esportare prodotti di qualità. Quante volte avete sentito parlare di Made in Italy? Quando non è pubblicità dura e cruda, dovrebbe essere sinonimo di qualità.
Negli ultimi trent’anni il cinema italiano è caduto in disgrazia, lo stato di salute era simile a quello di un fossile del pleistocene: nessun cuore, attività celebrale assente e un’anima di pietra.
Ho sentito dire che questi blockbusters di periferia servivano a mantenere vivo il mercato, che gli incassi potevano permettere la nascita di film impegnati e più seri. In trent’anni tutti quei soldi avrebbero dovuto dare i natali a svariati capolavori, invece siamo ancora ai filmini amatoriali di nozze e natali in posti esotici.
Mai pensato di puntare alla qualità, anche mentre si tenta di far ridere, e di togliere attori- zavorre?
Come fare? Gli esempi non mancano e, per di più, erano anche Made in Italy!
Sembra che le cose stiano cambiando. Federico Zampaglione sarà il portabandiera del cinema italiano all’estero; al Frightfest di Londra sarà presentato Tulpa, il nuovo film del regista romano. Il 25 agosto alle ore 21 all’Empire Cinema di Leicester Square, come evento di punta, verrà trasmessa la prima. La notizia non dovrebbe stupire, poiché Zampaglione è l’autore di Shadow, l’horror Made in Italy più venduto negli ultimi dieci anni.
Tulpa è il nome di uno strano locale gestito da un inquietante Guru tibetano. Il film è completamente girato all’Eur, il quartiere alieno di Roma. Il soggetto è firmato dallo stesso regista e Dardano Sacchetti, autore per registi del calibro di Dario Argento, Lamberto Bava e Lucio Fulci.
Nel cast troviamo nomi e volti noti del cinema nazionale: Claudia Gerini, Michele Placido, Ivan Franek, Michela Cescon, Crisula Stafida e Nuot Arquit già protagonista di Shadow.
Tulpa è un prodotto cinematografico della IDF – Italian Dream Factory, fondata e diretta da Maria Grazia Cucinotta. Il film uscirà in sala distribuito dalla Iris Film di Christian Lelli, Pina Caruso e Alessandra Ibbadu.
Ecco un po’ di italiani all’estero.

(Mirko Giacchetti)


This entry was posted in News Film and tagged , . Bookmark the permalink.