Serie tv: Johnny, di Roberto D’Antona

Le meraviglie del Tubo.
Lo zapping, sapete cos’è? Un moto compulsivo che affligge pollice o indice di ogni “tele-non-aspettatore” per sfuggire all’Horror Vacui introdotto dalla pubblicità nel tubo catodico. Chi ricorre a questa pratica è un essere straordinario, in grado di seguire più storie contemporaneamente, senza confondere trame o perdere momenti salienti.
Con l’avvento della rete, lo zapping è diventato “clicking”; saltare da un link all’altro con un click. Applicando ai contenuti la precedente esperienza comportamentale dello zapping, Youtube compatta e liofilizza i contenuti, anticipa la pubblicità alla visione, il tutto condito con sciocchezze e materializza un telecomando di suggerimenti.
Se non amate i pezzi strappati alla polpa dei film o resistete alle tentazioni “uno tira l’altro” dei filmati-ciliegie, Youtube ha comunque qualcosa di buono da offrire.
Una sera deambulavo nel tubo non catodico, cercando qualcosa che potesse dare un senso a una serata impigliata nella rete. Ero quasi pronto a digitare parole a caso, quando un nome e un cognome emersero dai ricordi di un passato lontano.
Dylan Dog.
Ecco la parola chiave che ha posto fine alla ricerca e mi ha fatto approdare a Grage Pictures, produzione di cortometraggi e film indipendenti. Autori di Dylan Dog: il trillo del diavolo e A.Z.A.S. – All Zombies Are Stupid. Il primo è un buon fan-film sull’Indagatore dell’Incubo, mentre il secondo è una web-serie incentrata sulle disavventure tragicomiche di due ragazzi e la nascita del primo Zombie Park.
In entrambi i casi non mancano le idee e la capacità di realizzarle. Due “dettagli” non da poco in un panorama come quello cinematografico italiano romanocentrico, che non è più alla deriva, ma è ormai naufragato tra cine-panettoni e prodotti di scarso valore.
La Puglia si sta rivelando come una vera e propria officina di “nuove speranze”; poco tempo fa abbiamo parlato dello sbarco a Hollywood del cortometraggio Ice Scream e ora segnaliamo Johnny, un thriller, il cui episodio pilota è già stato selezionato al concorso California Film Awards e parteciperà anche al Fi-Pi-Li Horror Festival 2013 di Livorno.
La serie ci porterà ad assistere allo stravolgimento della vita di Daniele Cortesi, un uomo qualunque, accusato dell’omicidio di Sonia Deodori, la sua amante. Dopo un lungo anno passato tra la morsa della legge e della psichiatria, riuscirà a dimostrare la sua innocenza, soprattutto per la mancanza di prove. Quando penserà di poter tornare alla vita di sempre, incontrerà un strano individuo che turberà ancora la sua esistenza.

Johnny è scritto, diretto e interpretato da Roberto D’Antona, con Michele Friuli, Gianluca Busco, Mirko D’Antona, Gionata Russo, Alessia Cardea e Debora Muscoso. Cinque puntate da 30 minuti. La diffusione della serie, assieme a Dylan Dog: il Trillo del Diavolo e A.Z.A.S., sarà inserita nei palinsesti di Rai 3 e successivamente verrà caricato nel canale ufficiale Youtube.

Guarda il Primo Trailer
Guarda il Secondo Trailer

(Mirko Giacchetti)


This entry was posted in News Film and tagged , . Bookmark the permalink.

Comments are closed.