Serie Tv: il progetto Gotham

Il contorno dei supereroi.
Sono cresciuto leggendo fumetti e i risultati sono evidenti, nel bene e nel male. All’epoca quasi tutta la mia paghetta finiva in carta e, se devo essere sincero, mi sembrava anche un’operazione equa; con della carta compravo più carta! Sandman, Batman, Dylan Dog, Swampthing e Hellblazer erano solo alcuni dei fumetti che compravo e oltre a essere ferocemente dark, credo di non mentire se scrivo di avere imparato più da loro che da molti altri “saggi” in carne e ossa incontrati lungo il mio cammino.
Come molti altri fui investito dal realismo a cui i comics si avvicinavano dopo le opere di Alan Moore, ma fu solo nel 2003 quando arrivò Gotham Central di Greg Rucka ed Ed Brubaker che iniziai a considerare che oltre al protagonista poteva anche esserci un contorno; sino a quando Batman deve scontrarsi con il Joker, Due Facce o l’Enigmista va tutto più o meno bene, ma cosa succede quando due poliziotti senza gadget o superpoteri si trovano davanti a uno come Mr.Freeze? Chiaro, si trattava di un buon escamotage narrativo per attingere nuovo materiale a una fonte vecchia di sessantaquattro anni (a quell’epoca Batman e di conseguenza Gotham avevano quell’età). Ma siete sicuri che sia solo tutto qui?
Non so voi, ma l’11 settembre 2001 guardando crollare le Torri Gemelle, ebbi la sensazione che qualcosa stava cambiando e nei giorni successivi sentii parlare per la prima volta di Bin Laden. Davvero, non sapevo chi fosse e oltre a non capire bene cosa stesse succedendo, ebbi la spiacevole sensazione che le “cose” della politica, dell’economia e le camere dei bottoni si erano allontanate ancora di più dalla gente comune. La globalizzazione aveva partorito dei pericoli ancora più oscuri e lontani di quanto riuscissi a immaginare o di cui potessi sospettare l’esistenza. Avrei potuto sentirmi un po’ come un poliziotto davanti a Mr.Freeze!
Se pensate che i fumetti siano solo carta che danneggia le giovani menti, forse vi sbagliate!
In questi giorni una notizia molto interessante ha iniziato a rimbalzare in rete; dopo la messa in onda di Agents of
S.H.I.E.L.D.
, Warner Bros TV ha reagito annunciando la lavorazione della serie tv Gotham che verterà sulle prime indagini del giovane detective James Gordon e i vari criminali che affollano la città più dark dei fumetti. Batman non comparirà e la nuova serie contraddice quanto visto in Batman Year One di Frank Miller e David Mazzuchelli, ma ciò non significa che non possa rivelarsi comunque un buon progetto.
I presupposti ci sono tutti, poiché sembra si tratterà di un crime drama, senza supereroi. L’ideatore è Bruno Heller, l’autore di The Mentalist. Al momento sono ancora sconosciuti i nomi degli attori, ma non escluderei che venisse annunciato qualche nome interessante!

(Mirko Giacchetti)


This entry was posted in News Film and tagged , . Bookmark the permalink.

Comments are closed.