Hitchcock, di Sacha Gervasi

Buonasera Signori e Signore.

Ho un ricordo in bianco e nero, come le immagini che guardavo in tv tutte le sere, in cui una silhouette inconfondibile appariva sulle note di una musichetta che, almeno per me, è diventata la colonna sonora del noir. Dalla destra del teleschermo un’ombra avanzava sino a sovrapporsi alla silhouette e poi iniziava il telefilm in cui un uomo, molto grasso, ripreso nel bel mezzo di una situazione particolare, introduceva l’episodio.
Crescendo, ho poi scoperto che quell’uomo molto grasso e così simpatico altri non era che Alfred Hitchcock.
Credo che non ci sia altro da dire sul regista, ma anche sull’uomo, che ha lasciato un segno così profondo nella storia del cinema. Il 21 febbraio nelle sale cinematografiche italiane arriverà un biopic in cui Anthony Hopkins interpreterà i panni di Alfred Hitchcock in un momento particolare della carriera del regista, quando decise di girare Psycho. Il film, che da molti viene considerato come un capolavoro, all’epoca rischiò di non essere mai ultimato per via della censura e anche perché nessuno sembrava credere veramente nel progetto. Gli attori del biopic interpreteranno gli “attori originali” dell’epoca; Antony Hopkins (Alfred Hitchcock); Scarlett Johansson (Janet Leigh); Hellen Mirren (Alma Lucy Reville); Jessica Biel (Vera Miles), Ralph Macchio (Joe Stefano), James D’Arcy (Anthony Perkins) e Toni Collette (Peggy Robertson).
Cosa dire a proposito di un film del genere? Sono sempre molto scettico, poiché spesso il personaggio storico viene ritratto attraverso una sua “debolezza”, enfatizzata e distorta, che rovina la complessità dell’originale a cui si riferisce. Penso ad esempio ai film su Picasso e Oscar Wilde, due pellicole incentrate su due geni, ridotti a due sessuomani. Chiaro, non sono il fautore di una precisione biografica e di una pedanteria cronologica, ma non amo che, per far strappare qualche biglietto in più al botteghino, le personalità di alcuni grandi artisti siano ridotte a una Beautiful in costume.

Guarda il trailer

(Mirko Giacchetti)

 


This entry was posted in News Film and tagged , . Bookmark the permalink.