Category Archives: Black Poetry

Figlia, non dimenticarmi la morte: ricordami il sonno (Alejandra Pizarnik – memento)

«Non dimenticare di suicidarsi. O almeno trovare un modo per disfarsi dell’io. Un modo per non soffrire. Per non sentire. Per non sentire, soprattutto»(1). Quasi un’equazione posta tra l’estinzione della sofferenza, del sentire, dell’io. Come se la sofferenza fosse il … Continue reading

Posted in Black Poetry | Tagged | Commenti disabilitati su Figlia, non dimenticarmi la morte: ricordami il sonno (Alejandra Pizarnik – memento)

Guanti rossi, fino ai gomiti (la sorte di Clitemnestra)

È lei l’assassina! È lei, la leonessa che cammina su due piedi…[1] Stirpi segnate: maledette dagli Dei, consacrate nel sangue versato dei cari: un sentiero di porpora che nulla lava via. Neppure i secoli. È di Clitemnestra che narriamo, Clitemnestra … Continue reading

Posted in Black Poetry | Tagged | Leave a comment

A Mickey Norris: Dorothy Porter, La maschera di scimmia

A Mickey Norris, «minuta, graziosa, appena diciannovenne»(1) Mickey. Chi sei Mickey? E perché mai la poesia dovrebbe occuparsi di te? Di te che sei morta, di te che credevo che la poesia fosse il veleno di Mickey, ha scritto centotrenta … Continue reading

Posted in Black Poetry | Tagged | Leave a comment

Per l’anno dei folli. Una preghiera (dialogo con Anne Sexton)

Il demone perverso dell’arte che non dorme. Alla deriva nella notte, come una nave al cui timone sta il Tarocco Numero Zero. Il Folle. O Maria, fragile madre, ascoltami, ascoltami adesso anche se non so le tue parole. Ho in … Continue reading

Posted in Black Poetry | Tagged | Leave a comment

Fenesta ca lucive, anno di grazia 1563 (Alla Barunissa di Carini)

È l’anno di grazia 1563. C’è l’impronta di una mano sulla muro. Una donna, ferita a morte, cerca un sostegno; dal cuore, porta la mano alla parete. È la mano di Caterina. O di Laura? Eh sì, perché la vicenda … Continue reading

Posted in Black Poetry | Tagged | Leave a comment

Dietro le porte della creazione: salute, oscuro duende…(Federico Garcia Lorca)

In tutti i paesi la morte è un fine. Giunge e si chiudono le tende. In Spagna, no. In Spagna si aprono. Lì la gente vive tra mura fino al giorno in cui muore e viene portata fuori al sole. … Continue reading

Posted in Black Poetry | Tagged | Leave a comment

Sull’abisso del nulla dell’ente: lo scandalo della parola poetica (Georg Trakl)

«Credo che anche colui che si trova vicino venga a contatto con queste immagini prospettiche pur sempre come se fosse un escluso, col volto schiacciato contro i vetri: perché ciò che da T […] viene vissuto procede come in immagini … Continue reading

Posted in Black Poetry | Tagged | Leave a comment

Distillazioni da un obitorio: sognando un piccolo aster (Gottfried Benn)

Quando tutto giace senza più foglie pensieri, umori, duetti sfrondati come canne – è lì scuoiato, niente stagnola intorno – e lo scuoiato – tutte le pelli chissà dove – con la congiuntiva iniettata fissa il silenzio: ma che cos’è? … Continue reading

Posted in Black Poetry | Tagged | Leave a comment

Le oscure acque di Genova (sguardo su Dino Campana)

Tutti mi hanno sputato addosso dall’età di 14 anni, spero che qualcheduno vorrà al fine infilarmi. Ma sappiate che non infilerete un sacco di pus, ma l’alchimista supremo che del dolore ha fatto sangue.* Non farò, non ancora, il suo … Continue reading

Posted in Black Poetry | Tagged | Leave a comment

Sylvia noir

Riproponiamo, per il nostro ciclo “domenica vintage”, un articolo della Rubrica Black Poetry, ancora una volta dedicato a Sylvia Plath. “A me piacciono le affermazioni nere”. Dopo aver vissuto la morte, Sylvia inizia una danza magica (e macabra) con l’universo … Continue reading

Posted in Black Poetry | Tagged | Commenti disabilitati su Sylvia noir

Black Poetry presenta: Sylvia Plath

Per il consueto appuntamento con la nostra “Domenica Vintage”, vi presentiamo un vecchio articolo della rubrica Black Poetry, curata da Cristiana Morroni. Se avessi avuto il timore di scadere nel retorico, nel deja-vu, tentando questo sguardo diverso sul mondo poetico, … Continue reading

Posted in Black Poetry | Tagged , | Commenti disabilitati su Black Poetry presenta: Sylvia Plath